Premio Persona e Comunità

“La nostra Comunità dovrà essere concreta, visibile, tangibile, una Comunità né troppo grande né troppo piccola, territorialmente definita, dotata di vasti poteri, che dia a tutte le attività quell'indispensabile coordinamento, quell'efficienza, quel rispetto della personalità umana, della cultura e dell'arte che la civiltà dell'uomo ha realizzato nei suoi luoghi migliori.” (Adriano Olivetti)

 

 

Regolamento

I Edizione – Scadenza 31/10/2013

 

Info Cultura e Società: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 347 8105522

 

 

ARTICOLO 1 – CENTRALITA’ DELLA PERSONA. Il Centro Studi Cultura e Società promuove la I edizione del Premio Persona e Comunità. L’attenzione alla “Persona”, alla sua unicità e complessità, al suo rispetto e alla sua dignità, alla sua sensibilità e alle sue emozioni, ai suoi bisogni e alle sue aspirazioni, devono rappresentare un valore centrale nella nostra società.

E’ la "Persona" il soggetto che rappresenta la realtà umana, il singolo individuo, nella sua interezza e concretezza, il cui valore è assoluto, a prescindere dal ceto, dal censo, dalla razza, dallo stato giuridico e dalle convenzioni sociali. La singolarità della persona, unica e irripetibile e, di conseguenza, la sostanziale eguaglianza di ogni essere umano, costituiscono il fondamento della nostra convivenza civile.

La “Comunità”, quale insieme di “singoli individui” accomunati da elementi di comunione, più ancora della “Società”, che rappresenta un universo più ampio, è il contesto nel quale si esprime l’insieme delle relazioni di ogni “Persona”.

 

ARTICOLO 2 – FINALITA’. Il Premio Persona e Comunità si propone di premiare, valorizzare e diffondere le migliori esperienze finalizzate allo sviluppo, al benessere ed alla cura della “Persona” realizzate dalla “Comunità”, rappresentata dalle Pubbliche Amministrazioni e dalle organizzazioni di Volontariato, per il miglioramento concreto della qualità della vita, in un’ottica di servizi offerti alla persona ed ai cittadini.

 

ARTICOLO 3 – DESTINATARI DEL PREMIO. La partecipazione al Premio Persona e Comunità è riservata alla Pubblica Amministrazione, alle Organizzazioni di Volontariato ed a tutti i soggetti associativi che operano senza fini di lucro. Possono partecipare:

·      Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato (Ministeri; Autorità indipendenti; Enti pubblici non economici; Agenzie ed Enti Pubblici; Aziende e amministrazioni dello Stato a ordinamento autonomo; ecc.);

·      Pubbliche Amministrazioni locali (Regioni e Province Autonome; Comuni, Province ed associazioni tra enti locali; Agenzie e Istituzioni regionali o di enti locali; ecc), anche con loro articolazioni organizzative (direzioni; servizi; uffici; ecc.);

·      Aziende e consorzi di servizi pubblici locali e nazionali;

·      Aziende sanitarie e ospedaliere ed altri istituti di cura ed assistenza;

·      Pro Loco; Parchi ed Enti preposti allo sviluppo del territorio e/o al Turismo;

·      Musei, Biblioteche, Teatri ed altre Istituzioni culturali;

·      Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, ivi compresa la Formazione Professionale;

·      Università e enti pubblici di ricerca;

·      Cooperative sociali

·      Organizzazioni di Volontariato, Protezione Civile, Cooperazione Internazionale, Onlus e Ong;

·      Istituzioni religiose e loro Organizzazioni con finalità sociali

·      Patronati ed Organizzazioni Sindacali e di Categoria e loro articolazioni con finalità sociali

·      Associazioni senza fini di lucro.

E’ ammessa la candidatura di Progetti realizzati in partnership o espressione di una “rete” fra Enti/Organizzazioni, alla sola condizione che sia chiaramente identificato il soggetto capofila, con funzioni di coordinamento.

Negli articoli successivi, l’espressione “Ente/Amministrazione” riassume, per brevità, l’insieme dei soggetti elencati nel presente articolo, a prescindere dalla loro natura giuridica.

 

ARTICOLO 4 – SEZIONI DEL PREMIO. Le sezioni del Premio sono le seguenti:

A) Apprendimento e Formazione; B) Cultura e Tempo Libero; C) Socialità, Servizi Socio-Sanitari ed altri Servizi

Ogni Ente/Amministrazione può partecipare con un solo Progetto alla stessa sezione del Premio. E’ però consentito partecipare a più sezioni, purché con Progetti diversi.

Qualora un Progetto presenti caratteristiche trasversali a più sezioni può comunque essere candidato per una sola sezione. La scelta spetta all’Ente/Amministrazione proponente, tenendo conto del peso delle azioni realizzate rispetto ai contenuti espressi dalle sezioni del Premio e della qualità delle metodologie applicate ad ogni azione.

Per i Progetti presentati non sono previsti limiti di contenuto, destinatari, durata, dimensione, metodologia o di qualsiasi altro genere, fatte salve le finalità del Premio e le specificità di ogni Sezione. Nessuna incompatibilità con la partecipazione ad altri Premi


ARTICOLO 5 – SEZIONE A) APPRENDIMENTO E FORMAZIONE. La sezione A) intende valorizzare le esperienze riferite a Progetti che perseguono lo Sviluppo della Persona attraverso l’Apprendimento e la Formazione. Rientrano in questa sezione tutti i Progetti di contenuto formativo, dalla prima infanzia alla terza età. Possono essere presentati:

·      Progetti di educazione primaria;

·      Progetti didattici delle scuole di ogni ordine e grado;

·      Progetti dell’università;

·      Progetti di formazione professionale;

·      Progetti di accompagnamento al lavoro e di sviluppo professionale;

·      Progetti di formazione e aggiornamento per il personale delle P.A.;

·      Progetti di formazione continua;

·      Progetti formativi riferiti a categorie di cittadini, anche di tematica specialistica;

·      Progetti di formazione per la sicurezza, la prevenzione del rischio e la protezione civile;

·      Progetti di educazione ai valori etici ed alla legalità;

·      Progetti di educazione sanitaria, alimentare ed ambientale;

·      Progetti formativi per l’integrazione e la cittadinanza;

·      Progetti formativi per il reinserimento sociale;

·      Ogni altro Progetto di tipo formativo, che sia coerente con le finalità del Premio

 

ARTICOLO 6 – SEZIONE B) CULTURA E TEMPO LIBERO. La sezione B) intende valorizzare le esperienze riferite a Progetti che perseguono il Benessere della Persona attraverso la Cultura ed il Tempo Libero. Rientrano in questa sezione tutti i Progetti di contenuto culturale e ricreativo riferiti direttamente alle persone. Possono essere presentati:

·      Progetti dei musei, delle biblioteche e di ogni altra istituzione culturale;

·      Progetti di teatri e di ogni altro ente o istituzione preposta allo spettacolo;

·      Progetti di valorizzazione dell’identità culturale dei territori;

·      Progetti di integrazione e di valorizzazione della multiculturalità;

·      Progetti di valorizzazione della creatività e dell’espressività artistica, attraverso la letteraria, la pittura, la musica, la fotografia;

·      Progetti ricreativi e per il tempo libero;

·      Progetti di turismo sociale;

·      Ogni altro Progetto avente per oggetto cultura e tempo libero, coerente il Premio

 

ARTICOLO 7 – SEZIONE C) SOCIALITA’, SERVIZI SOCIO-SANITARI ED ALTRI SERVIZI. La sezione C) intende valorizzare le esperienze riferite a Progetti che perseguono la Cura della Persona attraverso la Socialità ed i Servizi. Rientrano in questa sezione tutti i Progetti che si configurano come cura e assistenza alla persona, dall’erogazione di servizi sociali e sanitari ad azioni di accompagnamento e sostegno alla socialità. Possono essere presentati:

·      Progetti dei servizi sociali territoriali,

·      Progetti di semplificazione e sburocratizzazione nell’accesso ai servizi,

·      Progetti per la gestione etica e trasparente dei servizi;

·      Progetti di facilitazione, supporto ed accompagnamento nella fruizione di servizi,

·      Progetti di cura della salute e di prevenzione e diagnosi delle patologie,

·      Progetti per la prevenzione ed il superamento di situazioni di disagio,

·      Progetti per soggetti disabili ed il superamento delle barriere,

·      Progetti per anziani non autosufficienti,

·      Progetti di socializzazione, di reinserimento sociale e di  aggregazione;

·      Progetti per la socialità degli anziani e delle persone sole,

·      Progetti per la donna, per l’infanzia e la famiglia,

·      Progetti di sostegno a famiglie con soggetti non autosufficienti o in situazione di disagio;

·      Progetti per la prevenzione e la cura di tossicodipendenza, alcoolismo e tabagismo;

·      Progetti per la prevenzione e la cura di patologie comportamentali,

·      Ogni altro Progetto avente per oggetto la cura e l’assistenza, coerente con le finalità del Premio

 

ARTICOLO 8 – LA CANDIDATURA DEI PROGETTI. La partecipazione al Premio Persona e Comunità è gratuita ed avviene previa presentazione di Candidatura da parte dell’Ente/Amministrazione che l’ha realizzato o ne è capofila.

Le Candidature dei Progetti devono essere trasmesse entro il 30 ottobre 2013 al Centro Studi Cultura e Società avvalendosi di spedizione elettronica, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ogni candidatura va presentata con apposito Modello di Candidatura. L’Ente/Amministrazione che partecipa a più sezioni, deve inviare mail di Candidatura distinte per ogni Progetto.

Per ogni Progetto deve essere trasmessa la seguente documentazione:

·      Modello di Candidatura (formato doc). Disponibile sul sito http://culturaesocieta.gsvision.it/

·      Scheda Progetto. Obbligatoria, a pena di non ammissione - Un file in formato informatico (preferibilmente doc o pdf) che illustri adeguatamente il Progetto candidato, E’ interesse dell’Ente/Amministrazione che presenti nel modo più chiaro ed esaustivo possibile, anche sotto il profilo metodologico,  l’esperienza realizzata

·      Prodotti audiovisivi. Di preferenza in formato mp3 ed mp4, seppure facoltativi. Per i file di dimensione troppo elevata per essere inviati tramite posta elettronica, indicare con link nella mail di trasmissione del Modello di Candidatura le modalità per acquisirli. Si consiglia di posizionare i file su You Tube o altro sito per il download o di avvalersi di jumbo mail.

·      Ogni altro file. Se si ritiene utile, per l’approfondimento del Progetto concorrente, è possibile inviare documentazione integrativa, purché in formato elettronico (doc; pdf; ppt; xls; ecc.)

Qualora Enti/Organizzazioni non italiane intendano partecipare possono presentare il Modello di Candidatura e la Scheda Progetto anche in lingua inglese, francese o spagnola. L’eventuale ulteriore documentazione può essere presentata nella lingua originaria, anche se diversa.

 

ARTICOLO 9 – INCOMPATIBILITA’. La partecipazione al Premio Persona e Comunità non è consentita a Progetti alla cui realizzazione abbiano concorso, anche in via subordinata e marginale, componenti del Comitato Scientifico e componenti in carica degli organi statutari (Coordinatore; Direttivo e Garante dei Soci).

 

ARTICOLO 10 – COMITATO SCIENTIFICO. I Progetti candidati al Premio Persona e Comunità saranno valutati da una apposito Comitato Scientifico, scelto dal Centro Studi Cultura e Società sulla base dell’esperienza e della professionalità. La composizione del Comitato Scientifico sarà resa nota nel corso della cerimonia di premiazione.

La valutazione dei Progetti da parte del Comitato Scientifico avviene individualmente da parte di ogni componente, al fine di assicurare la massima serenità di giudizio

 

ARTICOLO 11 – CRITERI DI VALUTAZIONE. Ad ogni Progetto è attribuito un punteggio espresso in un massimo di 30/30 cosi ripartiti:

·      10/30 sulla base della valutazione del Comitato Scientifico

·      10/30 sulla base dei criteri oggettivi dedotti dal Modello di Candidatura

·      5/30 sulla base dell’autovalutazione da parte dell’Ente/Amministrazione

·      5/30 punti sulla base della qualità documentazione allegata

I lavori del Comitato Scientifico ed i criteri di valutazione applicati trovano evidenza in apposito Verbale con le graduatorie, redatto dal Centro Studi Cultura e Società a garanzia di serietà e trasparenza. L’accesso al Verbale è limitato ai soli soggetti interessati che ne facciano richiesta.

Nell’attribuzione dei primi premi (fino al terzo compreso) non sono ammessi ex-aequo. Le Segnalazioni di Buon Esempio sono invece tutte pari merito.

Tutti i premi previsti, per essere attribuiti devono soddisfare idonei criteri qualitativi:

·      Primo Premio: punteggio uguale o superiore agli 24/30

·      Secondo e Terzo Premio: punteggio uguale o superiore ai 22,5/30

·      Premi Speciali e Segnalazioni di Buon Esempio: punteggio uguale o superiore ai 21/30.

Per tutte le tipologie di premio, se i progetti che conseguono il punteggio necessario alla loro attribuzione eccedono rispetto al numero dei premi da assegnare, si applicano le graduatorie.

 

ARTICOLO 12 – COMUNICAZIONE RISULTATI. La comunicazione degli esiti del Premio Persona e Comunità sarà inviata, unitamente all’invito a partecipare alla cerimonia di premiazione, a tutti gli Enti/Amministrazioni che hanno candidato Progetti, all’indirizzo di posta elettronica da loro indicato. Gli esiti saranno comunque pubblicati anche sul sito del Centro Studi Cultura e Società http://culturaesocieta.gsvision.it/

 

ARTICOLO 13 – PREMI ASSEGNATI. I premi assegnati sono i seguenti:

·      Primo premio (tutte le sezioni): Targa del Centro Studi Cultura e Società; Un anno di iscrizione gratuita al Centro Studi per il Referente del Progetto; Presentazione del Progetto nell’ambito dei Seminari di Condivisione e Apprendimento; Partecipazione gratuita del Referente del Progetto e di eventuali collaboratori ai Gruppi di Lavoro tematici della Rete Apprendere Facendo; Illustrazione Progetto durante la premiazione; Recensione sulla rivista Cultura e Società; Eventuale premio istituzionale

·      Secondo e terzo premio (tutte le sezioni): Targa del Centro Studi Cultura e Società; Un anno di iscrizione gratuita al Centro Studi per il Referente del Progetto; Presentazione del Progetto nell’ambito dei Seminari di Condivisione e Apprendimento; Partecipazione gratuita del Referente del Progetto ai Gruppi di Lavoro tematici della Apprendere Facendo

·      Premi Speciali: Diploma del Centro Studi Cultura e Società; Presentazione del Progetto in eventi pubblici di valorizzazione nell’ambito dei Seminari di Condivisione e Apprendimento; Partecipazione gratuita del Referente del Progetto ai gruppi di lavoro tematici Apprendere Facendo. Sono attribuiti Premi Speciali agli Enti/Organizzazioni che si sono distinti in più Sezioni (Premio Qualità) ed ai migliori Progetti per comparto (es: Volontariato; Scuola; Sanità.

·      Segnalazioni di Buon Esempio: Diploma del Centro Studi Cultura e Società; Presentazione del Progetto nell’ambito dei Seminari di Condivisione e Apprendimento

Per Enti/Amministrazioni premiati si intendono tutti quelli oggetto di riconoscimento (oltre alle prime tre classificate, anche i Premi Speciali e le Segnalazioni di Buon Esempio)

 

ARTICOLO 14 – CERIMONIA DI PREMIAZIONE

La cerimonia di premiazione è prevista a Torino il 28 febbraio 2014.

Sulla base del numero dei Progetti pervenuti e della loro distribuzione territoriale degli Enti/Amministrazioni che li hanno presentati, il Centro Studi Cultura e Società a disponibile a realizzare ulteriori premiazioni in altre città italiane.


ARTICOLO 15 – VALORIZZAZIONE DEI PROGETTI. Sono previste le seguenti azioni di valorizzazione dei Progetti premiati e degli Enti/Amministrazioni che li hanno realizzati:

·      E-Book - Presentazione dei Progetti premiati in apposito E-Book. Copia sarà inviata gratuitamente a tutti gli Enti/Amministrazioni partecipanti, all’indirizzo indicato. Nell’ottica della diffusione delle Buone Pratiche, verrà inoltre reso disponibile, oltre che sul sito del Centro Studi Cultura e Società, sui siti istituzionali che si renderanno disponibili ad ospitarlo.

·      Sito - Pubblicazione della Scheda Progetto allegata al Modello di Candidatura sul sito del Centro Studi  Cultura e Società, in apposito spazio dedicato al Premio Persona e Comunità

·      Seminari di Condivisione e Apprendimento - Presentazione del Progetto in eventi pubblici di valorizzazione, con altri Enti/Organizzazioni, nell’ambito della successiva stagione culturale

·      Rete Apprendere Facendo - Partecipazione gratuita dei Referenti dei Progetti (primi tre classificati e Premi Speciali) ai Gruppi di Lavoro tematici della Rete Apprendere Facendo, curata dal Centro Studi Cultura e Società

·      Rivista – Recensione dei primi tre progetti assoluti sulla rivista elettronica Cultura e Società

·      Associazione - Iscrizione gratuita per un anno al Centro Studi Cultura e Società, per i Referenti dei progetti primi tre classificati di tutte le sezioni

Tutte le iniziative di valorizzazione proposte sono a titolo gratuito per gli Enti/Amministrazioni. Sono invece a loro carico gli eventuali oneri di trasferta dei partecipanti.

 

ARTICOLO 16 – TUTELA DEI DIRITTI. La presentazione della Candidatura costituisce autorizzazione, per il Centro Studi Cultura e Società a pubblicare sul proprio sito, in apposito spazio dedicato al Premio Persona e Comunità, la Scheda Progetto. Costituisce altresì autorizzazione a richiamare il Progetto nell’ambito di tutte le altre azioni di valorizzazione, elencate nel precedente articolo

 

ARTICOLO 17 – PRIVACY . La partecipazione al Premio Persona e Comunità costituisce implicita autorizzazione al trattamento dei dati personali, in applicazione della normativa vigente in materia di privacy e trattamento dei dati. Il Centro Studi Cultura e Società si impegna ad utilizzare i dati richiesti, esclusivamente ai fini del presente Premio e della propria attività culturale, astenendosi da qualsiasi loro utilizzo a scopo di lucro.

StampaEmail